# 10.b – Affideresti una negoziazione importante a Shahrazád?

Shahrazád si rivolse timida­mente al re: «Mi permetti di raccontare una storia?». Il re acconsentì. Se­gretamente felice, Shahrazád iniziò dunque a raccontare. Ma non aveva ancora concluso la storia, quando arrivarono le prime luci dell’alba. Shahrazád s’interruppe. Il re era nervoso perché voleva conoscere la fi­ne del racconto. […]. da Le mille e una notteAndiamo a vedere da vicino questa campionessa mondiale dell’intelligenza astuta e cerchiamo di capire se, questa volta, ci va meglio che con Ulisse.Rispetto all’ero greco, con Shahrazád ci spostiamo in avanti di molti secoli. Cultura, arte, scienza, conoscenza, esplorazioni e commerci sono andati avanti. Ai fini del successo, la forza è sempre meno compagna necessaria a intelligenza e coraggio. Anche una ragazza come Shahrazád, debole per definizione, in quanto donna alla corte del Sultano, ha buone carte da giocare, grazie alle semplici doti di intelligenza e coraggio.A differenza di Ulisse, Sharhazád non può contare su aiuti divini né su un’azione unilaterale da portare avanti. Sa che il risultato finale dipende solo in parte da lei. La restante parte dipende da come reagirà il suo antagonista/ controparte/ sposo/ partner/ re/ sultano. Sa di dover giocare la partita in due. Non può fare tutto da sola…Eccola quindi pensare a una strategia negoziale e non a una strategia d’azione unilaterale. Sa di poter contare sulla propria bellezza ma soprattutto sulla propria intelligenza e, in particolare, sulla capacità di affascinare raccontando storie avvincenti, che incatenano il sultano come fosse un adolescente di oggi con dipendenze dalle serie di Netflix. Puntata dopo puntata, notte dopo notte, Shahrazád si costruisce la propria opportunitá: far nascere nella mente del Sultano una riflessione morale che lo porti, poco a poco, a cambiare opinione circa lei stessa e l’universo femminile in generale. Una strategia negoziale, quindi, ambiziosa e complessa, raffinata e pericolosa.Riusciamo a scendere un po’ più in dettaglio e analizzare come Shahrazád, di fatto, riesca a guidare il giuoco?

Foto 1: Immagine in copertina a Le Mille e una notte ed. Mondadori, curata da Hafez Haidar

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...